Cosa accomuna i DITTATORI di tutti i tempi?

Memoria, furbizia, ambizione sconfinata, traggono in ingannno il DITTATORE  facendogli credere di essere superiore, superiorità mal riposta in quanto costui possiede un’ assoluta mancanza di capacità ad avolversi, quindi privo di intelligenza.

Il suo agire è quindi prevedibile in quanto ripete sempre lo stesso schema di azione. La sua meta è dimostrare a se stesso ed agli altri che egli è il più grande, il più furbo, il più intelligente ed il più ricco.

Si attornia di persone le più disparate: ambiziosi, adulatori, titolati, blasonati, famosi, arricchiti, tutti coloro infine che possano dargli quel prestigio che non possiede ma di cui ha bisogno per sentirsi grande,  purché  siano sempre e comunque sudditi obbedienti. Coloro che pensano con la propria testa lo mettono in difficoltà, in quanto manifesterebbero idee e soluzioni inaspettate per la sua boria e ciò lo metterebbe difronte alla sua ottusità.

La sua deve essere una corte che gli gravita attorno per servilismo, opportunità, furbizia ottusa come la sua, per compravendita di tutto ciò che è possibile mercanteggiare sia uomini o cose che valori etici. Chi non fa parte di costoro è un nemico da distruggere, insultare,  denigrare, calunniare, mortificare, metaforicamente…. metterglielo nel posteriore e questo lo manda in visibilio ed il suo petto si gonfia fino all’impossibile.

Il suo è un godimento per reazione e questo vale anche per la sua erezione sessuale, se non trova un altro uomo o donna da “fottere” col suo vanesio atteggiamento,  non riesce a sentirsi potente.

Non può fare a meno della femmina (non della donna-femmina, costei lo farebbe sentire una nullità) quindi si circonda di femmine ottuse ed ambiziose ma “ben vestite” quanto lui da usare fino a che codeste stimolino la sua potenza maschia. Il suo è un godere sul possesso altrui (sia maschio che femmina) in maniera squalificante e quando per motivi complessi e a sua insaputa non può più possedere squalificando sordidamente colui che usa, deve cambiare personaggio e ricominciare da capo e così all’infinito perché essendo ottuso non può evolversi e quindi prendere coscienza.

La fine del dittatore è spesso violenta, questo avverrà fino a che   la collettività crederà a babbo natale. Fino a quando la maggioranza aspetta “uno” che gli cavi le castagne dal fuoco. Quando infine la moltitudine si accorge della realtà e dell’errore commesso nell’osannare un ottuso arrogante , presuntuoso e  scaltro,  anziché ammettere l’errore e cambiare politica, gli si scaglia adosso diventando come lui e nell’ucciderlo il dittatore diventa vittima e la folla il carnefice.

Ma esiste un’altra chiave di lettura.

La funzione indiretta del “DITTATORE” è quella di indurre la moltitudine pavida ed inganua che crede in un ente superiore protettore, alla ribellione di se stessa. Fino ad oggi le rivoluzioni contro i dittatori sono avvenute perché qualcun’altro ha indotto la folla  alla ribellione e poi una volta al potere è diventato  esattamente come il dittatore abbattuto.

Come sconfiggere allora il dittatore dei nostri tempi?

Accettare il rischio di finire nel baratro, questo è da mettere in conto, ma visto che la caratteristica del dittatore è la sua orgolgiosa ed ottusa cecità  , occorre lasciarlo libero di fare quello che vuole senza   “apparente” opposizione , convinto allora di essere invincibile la sua boria lo farà scoppiare, oppure collasserà su se stesso  per inerzia in quanto non incontra nessuno ad opporsi e ad alimentare la sua libidinenosa arroganza e come terza ipotesi… saranno i suoi stessi leccapiedi riverenti a  demolirlo perché in massa hanno raggiunto il potere in questo caso nulla cambierà.

E’ allora segno che non siamo ancora pronti per una democrazia.

«



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: