Il boccone del prete: Report glielo manda di traverso

Da Cronache Laiche:

….le informazioni più inquietanti Report le ha fornite a proposito (do you remember Marcinkus?) dello IOR, l’Istituto Opere Religiose, la banca del Vaticano. La Procura di Roma sospetta che soggetti «valutariamente residenti in Italia abbiano usato l’Istituto come schermo per transazioni che nascondevano reati di truffa, evasione fiscale e riciclaggio». Sul conto aperto presso una filiale della Banca di Roma a due passi da Piazza S.Pietro sono in effetti passati imponenti giri di assegni e bonifici (nel 2007 con saldi mensili tra 32 e 80 milioni) spesso anonimi.

….l’Istituto vaticano non è mai stato considerato una finanziaria offshore eppure non rispetta le leggi internazionali antiriciclaggio, tanto da costringere Unicredit, dal dicembre 2009, a considerarla come una banca estera, per stringere i controlli.

…. che fine fa l’otto per mille? Ebbene solo il 20% del cospicuo gruzzolo, secondo i calcoli di Attilio Nicora, Cardinale presidente dell´amministrazione della Santa sede, viene usato per iniziative di beneficenza o carità. Il 35% va al sostentamento del clero e il 45% a esigenze di culto. 7 milioni in tutto per i terremotati di L´Aquila e Haiti e 9 milioni (dato del 2009) in spot per promuovere l´8 per mille: pubblicità ingannevole, si direbbe…

Originale

Ndr:

La solidarietà è sempre esistita presso tutti i popoli di qualsiasi religione o “non religione” in quanto è peculiarità delle società naturali (non solo umane/animali di branco). Le religioni, come le piante parassite, si appropriano di questo (ed altri) aspetto positivo naturale e, spesso lo strumentalizzano e lo usano come immagine per promuoversi…

Poiché le religioni sono state più o meno egemoni in molte parti del mondo, nell’ambito delle iniziative delle istituzioni religiose sono convogliati i sentimenti e le iniziative di solidarietà umana… Una volta instaurato, propagato e consolidato per secoli un tale sistema complesso e capillare, è difficile sostituirlo e non considerarlo come opera benefica delle religioni. Molti, pur essendo contrari alle gerarchie ecclesiastiche, sono però convinti che, almeno la Chiesa fa tante opere meritorie di solidarietà. Addirittura un numero considerevole di credenti lo è proprio perché vede questa grande opera sociale.

Nella musica religiosa ci sono tanti capolavori meravigliosi e commoventi come, ad es. l’Ave Maria di Shubert  o alcune canzoni natalizie, ma questo non dimostra nulla a favore di quella particolare fede in quanto, se i compositori fossero stati di un’altra confessione, anche se con riferimenti diversi, avrebbero composto ugualmente dei capolavori… Così, chi si distingue per l’impegno solidale nell’ambito di una fede, se credesse diversamente o non credesse affatto, troverebbe modo di dedicarsi ugualmente alla solidarietà.

Lo stato in pratica demanda alle religioni la solidarietà civile, ma questo, oltre ad essere utilizzato in gran parte per altri scopi tutt’altro che laici o neutri, crea dei problemi particolari per coloro che sono di diversa religione o non sono credenti. Ad es. chi non è credente e combatte le gerarchie Vaticane fa fatica e si deve umiliare più dei credenti se si trova costretto a rivolgersi ad enti come la Caritas…

Per questo sarebbe importante sorgessero e fossero promosse sempre più iniziative laiche per questo aspetto.

Poiché solo circa il 20% dell’8 x 1.000 viene effettivamente destinato ad opere di solidarietà ed interesse comune, possiamo confermare che “con l’8 x 1.000 …avete fatto molto…” per la ricchezza della Chiesa e dello IOR!

Annunci

Una Risposta

  1. Gli introiti dell’8 x Mille, aggiunti al mancato pagamento dell’ICI da parte delle proprietà chiesastiche, ammontano a 13 miliardi di E. che questo stato di pezzenti e politici bacapile fanno pagare ai poveri cristi della nostra nazione stracciona, schiava del Vaticano, che – non dimenticatelo mai – è uno stato straniero, che in passato si è alleato con i nostri nemici mortali pur di raggiungere i propri sporchi scopi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: