Sostituiamo la Corte Costituzionale con la Cei!

Da Liberazione

….

…il suo (di Benedetto XVI -ndr) aggancio dottrinale era il Sillabo di Pio IX, il documento ecclesiastico che giudica diaboliche tutte le libertà venute dopo la Rivoluzione francese: libertà di opinione, di stampa, di coscienza, laicità dello stato, democrazia ecc.

La chiesa di Pio IX dopo averle condannate tutte, dava ai cattolici il pressante suggerimento di servirsene per diventare maggioranza e poi abrogarle.
Una cosa un po’ machiavellica, a dire il vero. Ma la Chiesa non ammette di essere giudicata dall’esterno: bisogna dare su di lei il giudizio che essa stessa dà di sè (giudicarla cioè “juxta propria principia”). Il che è la quintessenza dell’assolutismo e il massimo disprezzo della ragione. Da qui in poi le gaffes non si contano, e diventano una vera crociata contro la ragione critica che il papa chiama “relativismo” e decora dei peggio aggettivi e addebita di tutte le sciagure dell’età contemporanea. Naturalmente la peggiore forma di relativismo è la sua, dato che il libertinaggio senile di Berlusconi viene facilmente perdonato e invece condannato duramente l’uso del preservativo contro l’Aids in Africa, lasciate correre le missioni di pace che diventano di guerra e condannata la pillola RU.
Vi è coerenza in ciò? Solo quella di essere un reazionario di ferro, senza la minima indulgenza, considerazione, amore per i deboli.

Testo completo

Annunci

2 Risposte

  1. La chiesa ha paura. Ha paura di essere declassata a semplice religione, di non potere più condizionare la vita della gente e, quindi, perdere potere sociale, politico e non ultimo economico. Il papa può permettersi di dire qualsiasi stupidaggine perché, dai suoi predecessori, gli è stato dato il dono dell’infallibilità, ma soprattutto perché viene supinamente creduto e le sue parole vengono accettate, dai fedeli, senza alcun ragionamento critico.

  2. La sentenza del Tar del Lazio sull’ora di religione ha scatenato le reazioni del mondo cattolico e dei politici ad essa legati o soggetti…..
    Ricordando che la sentenza accoglie il concetto che le altre confessioni, i laici e i non credenti sono discriminati dal diverso trattamento …. se veramente la religione cattolica fosse guidata, come sostiene, dalla giustizia e dall’amore (anche dei nemici), non avremmo dovuto attenderci dei commenti tipo: “non ci sembra di avere una situazione di ingiusto privilegio; cercheremo di approfondire il caso; ci dispiace se abbiamo recato torto a qualcuno; se così fosse saremmo lieti di rinunciare agli elementi di discriminazione; ecc……”
    Invece abbiamo avuto reazioni isteriche e alquanto malevoli verso altre posizioni e ad una sentenza di un organo istituzionale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: