Aiuti ai disabili…e dintorni

Davanti ad un supermercato un giorno ho visto alcuni volontari che raccoglievano offerte per aiutare bambini disabili.

Mi sono sentito in una difficoltà inattesa:

1) Si trattava di una iniziativa di qualche organizzazione legata a posizioni che, come quelle portate avanti con particolare forza (e prevaricazione verso opinioni diverse) dalle gerarchie Cattoliche sugli anticoncezionali, sulla genetica o sull’aborto? Ovviamente non avrei voluto aiutare sostenitori di convinzioni così diverse dalle mie……

2) Organizzazioni del genere non scaricano le conseguenze delle loro scelte su tutta la società, anche su chi non condivide tali scelte?

3) Aderendo ad iniziative di questo tipo non si rischia di “nascondere” o dimenticare che il problema è originato da particolari ideologie?

4) Certamente i bambini disabili non hanno colpe e vanno aiutati in ogni modo, ma bisognerebbe poterlo fare al di fuori di organizzazioni che hanno ideologie simili….

Col progredire delle possibilità di intervenire a livello genetico o ai primi stadi della vita, o, come abbiamo visto per il caso Englaro, anche agli stadi finali dell’esistenza umana, situazioni del genere si moltiplicheranno notevolmente.

Finché le conseguenze delle scelte si riflettono su chi le fa, ciascuno è libero di agire come crede, ma quando le conseguenze riguardano terzi sorgono problemi assai gravi….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: