Povera Chiesa, fra immobili di lusso, inquilini illustri e paradisi fiscali

vaticano_piovra.jpg

Da Pensare Sognare Comunicare:

Dal Vangelo secondo Matteo: “E’ più facile che un cammello passi nella cruna dell’ago, che un ricco entri nel regno dei cieli”.

Certo un cammello è difficile che ci passi, ma sicuramente ci passano l’immenso patrimonio immobiliare del Vaticano, le sue ricchezze e la sua banca.
Le Parisien, in un’ inchiesta sul patrimonio immobiliare della Chiesa a Parigi e in diverse città della Francia rivela che molte personalità francesi dal ministro degli Esteri Bernard Kouchner, al ministro della Cultura Christine Albanel, all’ ex presidente François Mitterrand, al dirigente della resistenza Henri Fresnay, a un membro del Partito comunista egiziano, hanno in comune il loro padrone di casa: il Vaticano.

La notizia riportata dal quotidiano la Repubblica non sorprende affatto, caso mai è un’ulteriore conferma di ciò che si va affermando da tempo. La religione cattolica ha fondato la sua dottrina sulla demonizzazione del danaro. “Non vogliate avere né oro, né argento, né danaro nelle vostre borse, né bisacce per il viaggio, né due vesti, né scarpe, né bastone” (Mt 10,9-10), e  ”Se vuoi essere perfetto, va, vendi ciò che hai e dà ai poveri… e vieni, e seguimi” (Mt 19,21).

E il buon San Francesco d’Assisi seguì alla lettera le parole del Vangelo. Si denudò e andò in giro a predicare l’amore per il “creato”. C’è da immaginarsi che i nuovi “funzionari” della Chiesa, ripensando a lui si sganascino dalle risate. Povero ingenuo, non aveva capito nulla!

Lo scandalo delle case di “Dio” che arriva da Parigi è troppo ghiotto per non lasciarsi tentare, per l’ennesima volta, da ovvie considerazioni: come si concilia tutto questo con il dettato del Vangelo, con la vita Francescana, con la cristianità, con la loro lotta al  vil danaro considerato “sterco del diavolo”? Non si concilia affatto. Ma ogni volta che questo si fa notare si viene accusati di fare della demagogia o della sterile retorica.

Seguito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: