La Chiesa perseguitata in Spagna e in Italia(!!!)

Da Corriere della Sera:

Ho letto che monsignore Angelo Amato sostiene che la Chiesa sarebbe perseguitata anche in Italia. Sono rimasto attonito. Ci vuole un bel coraggio e si sfida il ridicolo nell’affermare che esiste in Italia una persecuzione verso la Chiesa. Ha contributi su tutti i fronti: l’8 per mille più l’integrazione della quota di quelli che non hanno segnalato alcuna scelta nella loro dichiarazione dei redditi, l’ampia diffusione del catechismo nella scuola, uno stuolo d’insegnanti di religione a carico dello Stato (assunti senza sostenere alcun concorso), l’onere pubblico della costruzione e il restauro di chiese e conventi che spesso non sono utilizzati (in particolare nei centri storici) e l’esenzione dell’Ici delle strutture commerciali e turistiche gestite dalla Chiesa. Per non parlare della presenza continua di religiosi in televisione che rivestono i ruoli più disparati in molte trasmissioni, oltreché nello spazio liturgico stabilmente presente. È da non dimenticare il privilegio di frequenze esclusive per Radio Maria che rende difficile l’ascolto di altre emittenti, tra le quali Radiotre.
Infine, a tal proposito, proprio su Radiotre, un sacerdote non giornalista – senza nulla togliere alle sue competenze- ha recentemento letto i quotidiani e dialogato con i radioascoltatori di Prima Pagina, visto che forse non bastavano i vari giornalisti dell’Avvenire che si alternano in questa pur meritoria trasmissione. Questa, dunque, sarebbe la persecuzione della Chiesa in Italia? Forse non è il caso di affermare che esiste viceversa una persecuzione delle minoranze e quindi dello Stato laico che la nostra Costituzione dovrebbe garantire?
Aldo Capasso, aldcapas@unina.it

Sul Corriere del 18 dicembre 2008, nelle cronache di Milano, è riportata la notizia della messa celebrata dal cardinale Tettamanzi nel cantiere del nuovo palazzo della Regione. Mi piacerebbe conoscere il suo parere se un tale uso di una istituzione pubblica si può considerare rispettoso della laicità dello Stato.
Ernesto Aleati, Pavia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: