Nasce la fronda dei preti di frontiera “Difendiamo la scelta della ragazza”

Da La Repubblica:

Nasce la fronda dei preti di frontiera "Difendiamo la scelta della ragazza"Don Enzo Mazzi della comunità dell’Isolotto di Firenze

ROMA – Semplici parroci e preti di frontiera si ribellano al pensiero unico vaticano, che vorrebbe negare a Eluana il diritto di spegnersi serenamente. Cinque preti toscani e dieci preti del Friuli in due distinti documenti chiedono il rispetto della libertà di coscienza. Sono il piccolo segnale di un mondo cattolico, assai vasto, che non ha condiviso la durezza con cui la gerarchia ecclesiastica giudicò Piergiorgio Welby e oggi domanda rispetto per la scelta di lasciar concludere una vita sorretta solo dalla tecnica.

Non si può pensare, è scritto nell’appello dei preti toscani, che la Chiesa abbia una “posizione uniforme e monolitica”, identificabile solo con gli interventi del papa e dei vescovi. No: “il popolo cristiano è una realtà composita e diversa”. E a questa realtà del cattolicesimo quotidiano si rivolge la Lettera di Natale dei dieci sacerdoti friulani, proprio mentre a Udine divampano le polemiche sui ricatti che il ministro Sacconi pone alle cliniche disposte a ottemperare a una sentenza della Cassazione.

“Come è vero che nessuno dovrebbe sollecitare, tantomeno obbligare qualcuno ad anticipare la propria morte biologica, ci chiediamo se altrettanto è possibile che nessuno sia obbligato a vivere anche in quelle condizioni estreme, che inducono a desiderare la morte come una liberazione da una vita considerata impossibile”, scrive il parroco di Zugliano don Pierluigi Di Piazza insieme ai suoi nove confratelli del Friuli Venezia Giulia.

Si può immaginare – continuano i preti friulani – che esistano questioni morali “che non sono di competenza della libertà di coscienza di ciascuna persona?”. E da qui parte un interrogativo a quanti nella Chiesa presumono di interpretare con sicurezza il volere divino: “Davvero ci si può sostituire a Dio, affermando di conoscere la sua volontà riguardo alla sofferenza e alla morte delle persone?”.

Testo completo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: