Calendario – S. Carlo Borromeo

Da M.P. – a cura di carolusristori:

4 Novembre 1538
Il calendario cattolico celebra SAN CARLO BORROMEO confessore (1538-1584) arcivescovo di Milano e cardinale, uno dei peggiori santi, fautore massimo dell’odio di religione e dell’intolleranza: Ghiottone e falso digiunatore, fanfarone e malato immaginario. Avarissimo ed ultra misogino (si vantava di non aver mai rivolto parola a una donna in tutta la vita). Accaparratore, soppresse un ordine religioso benemerito per incamerarne i beni. Violatore del segreto della confessione. Fu boia accanito, persecutore di supposte streghe e di eretici (veri e supposti) che faceva torturare eppoi mettere al rogo incamerandone i beni. Sadico usava per i roghi legna verde che ardesse lentamente per prolungare l’agonia. Estorsore, rapinatore, fu vilissimo dandosela a gambe in due casi di reazione alle sue malefatte. Avidissimo, abusò dei già grandi ed ingiusti privilegi dell’arcivesovado rivendendo a terzi le carni che entravano in Arcivescovado in esenzione fiscale per solo uso interno (non per commercio). In tempo di peste per guadagnare le offerte organizzò 3 processioni contro l’opposizione del governatore che intuì la diffusione del contagio (infatti la peste aumentò). Fanatico prevaricatore delle leggi dello stato, asseriva l’assoluta supremazia di quelle ecclesiastiche e lottò contro il governatore spagnolo del Milanese che voleva impedire arresti arbitrari fatti da sgherri del cardinale (egualmente lottò contro le autorità in Svizzera). Feroce oppositore della tolleranza religiosa riconosciuta dai Savoia ai Valdesi, invano sobillò il popolo contro i Savoia e invano sobillò i Savoia a far guerra a Valdesi e la città di Ginevra. (Notizie tratte dal libro di Oreste Clizio – 1998 : “Gerolamo Donato detto il Farina l’uomo che sparò a san Carlo” Coeditori: Cooperativa Tipolitografica V. S.Piero 13 Carrara & Ediz. La Baronata C.P. 22 Lugano.)
4 Novembre 1646
La Colonia inglese della Baia del Massachusetts approva una legge che rende un delitto da punirsi con la morte il negare che la Bibbia sia la parola di Dio.

4 Novembre 1570

Fra Arnaldo di Santo Zeno, eretico, fu bruciato vivo. Regnava Papa Pio V (Santo), colui che impose la chiusura di tutte le sinagoghe a Roma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: